uploadImgs/foto_comunione_200.JPG

Onorario

Presso l'Ordine Nazionale degli Psicologi esiste un tariffario, inserito nel Testo Unico della Tariffa Professionale degli Psicologi, che prevede massimi e minimi stabiliti.


L'art. 9 del D.L. n° 1/2012, così come convertito dalla Legge n° 27/2012, ha abolito le Tariffe delle Professioni regolamentate dai sistemi Ordinistici.                                 


Il costo di una prestazione professionale Sanitaria del Dott. MALVASI ha una certa flessibilità e viene valutato in rapporto alla frequenza degli incontri e al tipo di intervento, sia esso rivolto a singoli individui, coppie o famiglie.



Si invitano i Signori Pazienti a presentarsi in prima seduta muniti di un Documento di Identità in corso di validità e di Tessera Sanitaria, al fine della necessaria  e dovuta emissione di regolare Ricevuta Sanitaria (fattura fiscale) al termine di ogni singola sessione di Psicoterapia.

Chiunque  provi a ventilare l'illegale richiesta di : "Dottore, la fattura può pure non farla", sarà immediatamente accompagnato all'uscio dello Studio Professionale, gli/le sarà  rifiutata la Psicoterapia, con il sonoro invito a rivolgersi autonomamente ad altri tipi di "pseudo-professionisti" che operano apparentemente indisturbati nel sottobosco territoriale. Ci si riferisce, più in particolare, agli incivili evasori fiscali che propongono ai propri malcapitati discorsi barbàrici, della serie: "Con fattura una cifra; senza fattura paga meno", lucrando sull'ingenuità della popolazione, frodando il Fisco spudoratamente e arrichendosi il triplo. Quanto viene presentato da tutti costoro come un vantaggio nell'immediato è, in verità, per i pazienti una perdita, in quanto perdono il loro legittimo diritto a scaricare la visita fra le spese sanitarie all'atto annuale di presentazione del Modello 730. Come è già accaduto in un recente passato e come ancora succede nel presente in svariati settori della Sanità.
L'Italia è, infatti, una REPUBBLICA DEMOCRATICA, FONDATA SUL LAVORO (Art.1 della Costituzione), tutt'altra cosa rispetto all'oligarchia e all'anarchia. E LA FORMA REPUBBLICANA NON PUO' ESSERE OGGETTO DI REVISIONE COSTITUZIONALE (Art. 139 dell'Ordinamento della Repubblica Italiana). Il rispetto della Legalità conviene. SEMPRE. Evidentemente, per tutti tali pseudo-professionisti, il concetto di obbedienza che rende liberi (SUB LEGE LIBERTAS) è sentito come vacuo, insignificante, privo di valore ed essi provano piacere nel trasgredire le Norme. Per tutti cotesti pseudo-professionisti della salute pubblica occorre senza mezzi termini una buona overdose di buona Educazione alla Convivenza Civile in Società.

                                                                        


Dal Vangelo secondo Matteo (22,15-22)

(...) Allora i farisei, ritiratisi, tennero consiglio per vedere di coglierlo in fallo nei suoi discorsi. Mandarono dunque a Lui i propri discepoli, con gli erodiani, a dirgli: "Maestro, sappiamo che sei veritiero e insegni la via di Dio secondo verità e non hai soggezione di nessuno perché non guardi in faccia ad alcuno. Dicci dunque il tuo parere: è lecito o no pagare il tributo a Cesare?". Ma Gesù, conoscendo la loro malizia, rispose: "Ipocriti, perché mi tentate? Mostratemi la moneta del tributo". Ed essi gli presentarono un denaro. Egli domandò loro: "Di chi è questa immagine e l'iscrizione?" Gli risposero: "Di Cesare".
Allora disse loro: "RENDETE DUNQUE A CESARE QUELLO CHE E' DI CESARE E A DIO QUELLO CHE E' DI DIO". A queste parole rimasero sorpresi e, lasciatolo, se ne andarono (...).


ARDISCO NON ORDISCO. NEC RECISA RECEDIT. QUIS CONTRA NOS?

 

Powered by: MR GINO